Più vicina alla Corsica che alla costa italiana, Capraia è comunque facilmente raggiungibile sia da Livorno che da Piombino. Poco più di 400 abitanti popolano questo territorio roccioso e selvaggio, i residenti dell’isola si dedicano per lo più alla pesca e al turismo. Capraia è infatti un’ambita meta di vacanza frequentata da turisti di tutto il mondo sopratutto durante il lungo periodo estivo che va da maggio a settembre inoltrato.
La fascia costiera di Capraia è la più suggestiva dell’arcipelago, presenta alte pareti rocciose in cui si aprono grotte marine e magnifiche spiaggette dorate bagnate da acque trasparenti. Il mare di Capraia è un paradiso per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. La barca è il mezzo privilegiato per vivere e scoprire l’isola al meglio, girando per mare si può godere appieno delle meraviglie di Capraia come la splendida Cala Rossa, testimonianza dell’antico cono vulcanico che ha dato origine all’isola.
Molto frequentata già da etruschi e romani, nel medioevo finì sotto il dominio di Pisa e poi di Genova. Fu proprio quest’ultima a dotarla delle numerose torri costiere disseminate lungo tutta la costa (Torre dello Zenobito, Torre dei Bagni, Torre del Porto, Torre delle Barbici) e del Forte di San Giorgio. Il castello, posto proprio al di sopra del centro cittadino, rappresentava l’unica protezione degli abitanti locali dai numerosi attacchi di pirati che al tempo devastavano il Mediterraneo razziando e saccheggiando le isole.